Corto circuito, come comportarsi correttamente

Niente corrente in casa: attenzione a cosa fare

Il corto circuito è un particolare evento elettrico che avviene nel caso in cui la corrente raggiunge, e supera, il valore massimo che l’impianto elettrico può disporre, misurato in KW. Nella maggior parte dei casi il corto circuito avviene al momento in cui i fili neutro toccano quelli della fase, creando appunto un aumento esponenziale di corrente, arrivando a superare notevolmente il limite che l’impianto elettrico è in grado di reggere.

Sino a qualche decennio fa il corto circuito non solo rappresentava una problematica della propria abitazione, ma anche un pericolo alla sicurezza dell’occupante dell’abitazione. Fortunatamente, con l’arrivo di nuove norme e di nuove tecnologie, affrontare un corto circuito non rappresenta più una minaccia alla persona. Oggi tutte le abitazioni sono disposte di macchinari speciali che sono in grado di interrompere immediatamente il flusso di corrente qualora si verifichi un corto circuito.

Tuttavia un corto circuito può rappresentare un pericolo per le apparecchiature domestiche, dai computer agli elettrodomestici, portando – sopratutto nel caso questi siano abbastanza datati – un rischio al corretto funzionamento elettrico, facendo divenire il corto circuito un evento da evitare quanto possibile.

I casi in cui avviene il corto circuito

Gran parte delle volte il corto circuito avviene nel caso vi sia un eccessivo impiego di elettrodomestici, come ad esempio l’operatività simultanea del forno, del microonde e del condizionatore, che causano il sovraccarico all’impianto elettrico: in questi casi spesso basta sollevare la leva del salvavita nel contatore. Altri colpevoli sono le lampadine, può capitare che durante le classiche attività domestiche si vada a scontrare contro una lampada, che cadendo e rompendosi genera uno sbalzo di corrente, anche in questo caso nel più delle volte basta alzare l’interruttore presente nel quadro generale.

Le situazioni più specifiche

Quando invece la situazione diventa più complessa, quindi quando la levetta del salvavita immediatamente dopo averla rialzata ritorna abbassata, procedere alla più lenta operazione del verificare qualche apparecchiatura causa il corto circuito. Munirsi quindi di molta pazienza e staccare ogni presa elettrica, dopo averlo eseguito rialzare l’interruttore e verificare la stabilità dell’impianto elettrico, ricollegando man mano tutte le prese staccate. Qualora anche questo non basta per assicurarsi la stabilità dell’impianto è necessario contattare immediatamente un artigiano professionista: in questo caso i tecnici affiliati ad EmergenzaGuasti.it sono adatti ad ogni tua esigenza, pronti ad intervenire entro 1 ora dalla chiamata.

In altri casi ancora più specifici il corto circuito potrebbe non essere causato da un carico come nei casi precedenti, ma dallo stesso impianto elettrici. Anche in questo caso, è estremamente consigliato rivolgersi ad un’elettricista esperto, per avere la sicurezza di riuscire a risolvere il guasto e ritornare ad usufruire la corrente elettrica serenamente già entro poche ore, grazie al nostro servizio di Pronto Intervento elettrico da noi offerto.

Lascia un commento

Chiudi il menu
Call Now ButtonCHIAMA ORA: 3312466237